mappa   contatti        

Presenza italiana in Ucraina: principali aziende. Risultano oltre 300 aziende con interessi italiani, formalmente iscritte nei registri delle Autorita' ucraine. Le presenze stabili (circa 140) assumono veste di uffici di rappresentanza, società di diritto ucraino, con capitale al 100% italiano o in "joint-venture” con soci locali (a seguito di investimenti "green-field”, o di acquisizioni di impianti pre-esistenti). I maggiori investimenti italiani sono nel campo assicurativo-finanziario (Unicredit, Intesa SanPaolo, Generali), nel settore della trasformazione alimentare, in quello delle ceramiche, legno, tessile e calzature. Si riporta un elenco indicativo, e non esaustivo, delle maggiori aziende italiane presenti in Ucraina Banche e servizi finanziari: UniCredit; Intesa Sanpaolo; Generali. Impianti produttivi: In Blu, Fashion Group (abbigliamento e calzature); Gruppo Filo'/Gattinoni S.p.a. (prodotti tessili); Concerie d'Alba (lavorazione pelli); Ferplast (accessori domestici in plastica); Emilceramiche (piastrelle, rivestimenti per abitazioni); Tecnica Spa (attrezzature sportive); Camozzi (sistemi pneumatici per l'automazione meccanica); Celme (apparecchi per la ristorazione); New Factor Spa, Galfrost (lavorazione, stoccaggio e confezionamento di prodotti agricoli); Agrocap, Guala Closures (confezionamento di prodotti alimentari); Azienda Agricola Margherita (zootecnia); Italiana Commissionaria Legnami, MBuild (produzione di legno frantumato); Bioland (agricoltura); Isfre (energie rinnovabili); Campari (vini spumanti); Ramena (lavorazione di pietre naturali), King's Kross (centro commerciale), Buzzi Unicem (cemento e calcestruzzo). Commesse pubbliche/private in corso: Danieli (realizzazione di una acciaieria chiavi in mano a Dnipropetrovsk); Todini e Salini Costruttori (costruzione di due tratti dell'autostrada Kiev-Chop); Cimolai (lavori presso le centrali nucleari di Chernobyl e Khmelniskiy); SAIPEM (installazione di impianti per l'estrazione di idrocarburi); Codest (edilizia residenziale); Vita srl (impianti per il turismo); LazzarottiToson (macchinari e materiali per costruzioni, dotazioni per il settore alberghiero). Vomm (bonifica ambientale), Selex-si (sistemi radar civili), Vivai Cooperativi Rauscedo (vendita barbatelle), Zamperla (giostre), Tubi Inossidabili, Sitti Spa (sistemi di comunicazione aeroporti). Maggiori uffici commerciali: Iveco, New Holland (veicoli commerciali, macchinari per l'edilizia e l'agricoltura); Indesit, Candy, Whirlpool Europe (elettrodomestici); Mapei (edilizia industriale), Marazzi (ceramiche), Miroglio (abbigliamento); Manuli (prodotti per imballaggio); Faresin Building (macchinari per costruzioni ed agricoltura); IESCO (edilizia commerciale); Ferrero (prodotti dolciari); Menarini, Recordati (prodotti farmaceutici); Alitalia, ENI. Commercializzati, tramite reti di aziende ucraine importatrici, i marchi dell'automobile (Fiat, Maserati e Ferrari), della motoristica (Ducati), della moda italiana e dell'arredamento. Presente è, inoltre, in base ad accordi di "franchising” con "partners” locali, il Gruppo Benetton. Accordi di collaborazione produttiva/commerciale: Duferco (siderurgia, joint-venture con il gruppo ucraino dell'acciaio Industrial Union of Donbass).